icon-5-3 

icon-8-3

icon-1-2

icon-3-2

icon-3-2

icon-2-2

TIROCINIO PRE/POST LAUREAM

Cappello laurea 2

La SFPID è convenzionata con l’Università degli Studi di Roma "La Sapienza", l’Università Europea di Roma, l’Università degli Studi dell’Aquila, l'Università degli Studi di Padova, l'Università degli Studi "Aldo Moro" di Bari e l'Università degli Studi "G. D'Annunzio" Chieti-Pescara per il tirocinio pre e post-lauream per laureandi e laureati dei Corsi di Laurea delle ex Facoltà di Psicologia 1 e 2.

Gli obiettivi primari del tirocinio sono:
approfondire i principali costrutti psicologici, con i relativi ambiti di applicazione;
fornire strumenti teorici e pratici per la diagnosi e la cura di soggetti adulti ed in età evolutiva;
aiutare i tirocinanti ad affrontare con successo le prove dell'esame di Stato.

Durante tutto il semestre, ogni tirocinante sarà seguito dal responsabile del tirocinio ed affiancato da un tutor iscritto all’Albo degli psicologi.

Alcuni degli argomenti trattati durante il tirocinio sono:

  • Differenze tra il colloquio medico e il colloquio psicodinamico
  • Il primo colloquio e l’accoglienza
  • Regole del setting
  • Empatia ed alleanza terapeutica
  • Transfert e controtransfert
  • Analisi della domanda
  • Esame psichico
  • Diagnosi categoriale (DSM)
  • Diagnosi psicodinamica (struttura e funzionamento di personalità)
  • Pianificazione del trattamento
  • Indicazioni ed obiettivi degli interventi supportivi ed espressivi
  • Tecniche del colloquio
  • Resistenze del paziente
  • Meccanismi di difesa
  • Analisi dei disturbi egodistonici
  • Analisi dei disturbi di personalità
  • Gli errori in psicoterapia
  • Emozioni
  • Memoria
  • Aggressività
  • Apprendimento
  • Adolescenza
  • Pensiero e linguaggio
  • Stati di coscienza     
  • Pianificazione dei progetti in psicologia

icon-10 Per arricchire le proprie competenze nella valutazione diagnostica e nella pratica clinica.

icon-13 Uno strumento di protezione per il terapeuta e l'analizzato.

icon-11 L'importanza del "saper fare" e del "saper essere"